Il Relatore Speciale onu acquisirà documenti su Solvay nel rapporto su ambiente e diritti umani

Marcos A. Orellana, Relatore Speciale delle Nazioni Unite sui temi delle implicazioni fra sostanze tossiche, rifiuti pericolosi e diritti umani ha appena concluso la propria visita ufficiale in Italia. A seguito degli incontri intercorsi con il deputato del M5s Francesco Berti è emerso con chiarezza il problema dell’inquinamento prodotto dalla Solvay, di Rosignano (LI).

Nella relazione finale, il Relatore Speciale, si è impegnato ufficialmente e pubblicamente ad approfondire la questione degli sversamenti diretti in mare che si accumulano sulla spiaggia livornese e ne hanno stravolto la composizione chimica.  Il problema della Solvay verrà citato nel report redatto dall’ONU e andrà in pubblicazione entro l’anno 2022, a seguito di ulteriori approfondimenti in corso d’opera. Le Nazioni Unite non sono nuove alla questione, difatti, già nel 1999, il sito di Rosignano era stato inserito in una lista contenente le 10 località più inquinate del Mediterraneo.

Questo è un importante passo in avanti per portare la sensibilità globale ambientale, rappresentata dalle organizzazioni internazionali, sul territorio toscano e livornese. Il pieno supporto delle Nazioni Unite permetterà di fare chiarezza sulla vicenda e sul mancato ruolo di controllo e vigilanza anche delle istituzioni italiane, per trovare finalmente una soluzione concreta al problema. La Solvay deve, come ha fatto in tutti gli altri paesi dove opera, fare gli investimenti necessari per ammodernare l’impianto e smettere di scaricare i rifiuti industriali direttamente nella spiaggia e nel mare.

In allegato la relazione finale dove il Relatore dichiara di voler approfondire la questione Solvay.

@francescoberti90

Let’s make #Solvay chemical group accountable for what it’s doing. The battle just started #rosignanosolvay #rosignano #livorno 🌿

♬ Судно (Борис Рижий) - Molchat Doma
Francesco Berti

Francesco Berti

Deputato M5S Camera

Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email