Berti, M5S: «La base vuole unità tra M5S e Rousseau. Finire in tribunale? Pratica da vecchia politica»

Intrvista per “IL CORRIERE DELLA SERA” di Emanuele Buzzi

Francesco Berti, tra Movimento e Rousseau la situazione è complessa. Molti parlamentari spingono per chiedere ogni rapporto con Davide Casaleggio. pagherete i 450mila euro che Rousseau reclama e poi vi staccherete dalla piattaforma?
«Rousseau è uno strumento identitario per noi, e deve essere inattaccabile e autorevole. Impensabile un Movimento senza una piattaforma di democrazia diretta. Vanno chiariti i rapporti e le responsabilità di ognuno, ma auspico che i rapporti tra M5S e Rousseau tornino sereni. Nel medio e lungo periodo conviene a entrambi».

Il ministro Patuanelli ha evocato la possibilità di una causa: “Se si continua a dire che il M5S deve 450mila euro a Rousseau mi pare non ci sia alternativa, dato che non esiste un contratto e il Movimento non ma hai avuto neanche un conto”.
«Portare in tribunale problemi interne delle forze politiche è una pratica da vecchia politica. Le distanze vanno colmate con il dialogo».

 

Francesco Berti

Francesco Berti

Portavoce M5S Camera

Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email