MERCATO UNICO A RISCHIO SENZA RECOVERY FUND SOSTANZIOSO

Il Mercato unico europeo deve essere integrato da un accordo politico sulle risorse proprie e sulla solidarietà europea. In questa crisi come in quella del 2011 sono emerse le debolezze di una costruzione europea basata solo sui mercati, dopo 10 anni non ci possiamo permettere gli stessi errori. Bene quindi che il Presidente del Consiglio Conte abbia acceso l’allarme con la cancelliera tedesca Angela Merkel, circa il rischio di distruzione del mercato unico nel caso in cui la risposta europea non sia tempestiva, efficace e solidale.

Francesco Berti

Francesco Berti

Portavoce M5S Camera

Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email